Articoli

Teoria musicale e pratica pianistica per cantanti e strumentisti

DESCRIZIONE
Il Corso denominato Teoria musicale e pratica pianistica per cantanti e strumentisti, tenuto dal Prof. Alberto Spadarotto, si propone di introdurre cantanti e strumentisti alle nozioni base di teoria, ritmica e percezione musicale, con due obiettivi, tra gli altri:

- contribuire ad educare melodicamente e ritmicamente l'orecchio musicale;
- sviluppare una progressiva autonomia in relazione alla corretta lettura ed interpretazione di uno spartito e di una partitura, anche attraverso un primo approccio al pianoforte.

 

TEMPI E STRUTTURA DEL CORSO 

Il Corso inizierà dalla metà del mese di gennaio e terminerà con il mese di giugno.

Sarà strutturato in lezioni collettive a cadenza settimanale della durata di 90 minuti.

 

PROGRAMMA DIDATTICO 

Si affronterà lo studio di alcune aree disciplinari indicate dal Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza per il Primo Ciclo dell’insegnamento denominato Teoria, ritmica e percezione musicale dei Corsi preaccademici attivati presso il suddetto Conservatorio con il quale l’Istituto Musicale Veneto “Città di Thiene” è in rapporto di convenzione, al fine di far conseguire all’Allievo alcune delle abilità e competenze previste dal medesimo Ciclo.

Le aree disciplinari affrontate saranno, nell’ordine, le seguenti:

 

Teoria musicale

  • l’ottava e le note musicali, tono e semitono, nome dei gradi e loro funzioni;
  • le figure di durata, legatura e punto di valore;
  • tempo, ritmo e battute (misure semplici e composte);
  • accenti principali e secondari;
  • scale maggiori e minori (naturale, melodica e armonica);
  • gli intervalli;
  • gli accordi (triadi perfette maggiori e minori), con loro individuazione ed esecuzione sulla tastiera del pianoforte;
  • metronomo (indicazioni di movimento); 
  • segni d’espressione (agogica, dinamica); 
  • cenni sulla struttura del discorso musicale (inciso, semifrase, frase, periodo).

 

Lettura cantata

  • intonazione della voce, nelle tonalità maggiori e minori fino ad una alterazione in chiave;
  • il concetto del do mobile

 

Lettura ritmica

  • tradizionale (solfeggio parlato), in chiave di violino e di basso, nei tempi semplici;  
  • monolineare, nei tempi semplici;
  • polilineare, nei tempi semplici.

 

Dettato ritmico

  • trascrizione di un dettato ritmico di 6/8 misure, in tempo 2/4 o 3/4, con l’uso di figure di durata fino alla croma, con l’uso del punto di valore, della legatura di valore (anche “a cavallo” di misura) e della sincope semplice.

 

Dettato melodico

  • trascrizione di un dettato melodico di 6/8 misure, in tempo 2/4 o 3/4, nelle tonalità maggiori o minori fino ad una alterazione in chiave, con l’uso di figure di durata fino alla croma, del punto di valore, della legatura di valore (anche “a cavallo” di misura) e della sincope semplice, con intervalli maggiori, minori e giusti nell’ambito di un’8ª.
Joomla SEF URLs by Artio
طراحی سایتطراحی وب سایتسئوسئو سایتبهینه سازی سایتسرور مجازیوکیل دادگستریوکیل پایه یکوکیل پایه یک دادگستریوکیل دادگستریوکیل پایه یکوکیل پایه یک دادگستریبهترین وکیلوکالتوکیل دادگستریدوره mbaجک پالت