Descrizione del Corso

Il corso di qualificazione professionale in Musicoterapia  è strutturato in un triennio composto da 900 ore di lezioni teoriche - pratiche e 300 ore di tirocinio / esperienza sul campo da svolgere a partire dal secondo anno per un totale di 1.200 ore di formazione.
Il corso triennale di Musicoterapia è organizzato in conformità al protocollo di formazione elaborato dalla CONFIAM (Confederazione italiana Associazioni e Scuole di Musicoterapia). L'esercizio della professione in ambito preventivo/educativo e' regolato dalla legge 4 del 2013, mentre in ambito clinico è previsto all'interno delle equipes interdisciplinari di struttura.

Il corso si prefigge le finalità di:

  Fornire conoscenze teoriche, metodologiche e applicative per la professionalizzazione della figura del musicoterapista;

  Sviluppare la consapevolezza dei rapporti uomo-suono-musica e la capacità di osservarli e di descriverli;

  Sviluppare le competenze musicali di base già acquisite ed atte a decodificare il linguaggio sonoro- musicale, a comprendere le caratteristiche della propria identità sonoro-musicale e a sviluppare consapevolmente la propria espressività e creatività musicale tramite tecniche improvvisative e compositive;

  Approfondire le conoscenze sull’uomo di natura biologica, antropologica, psicologica, medico-clinica;

  Approfondire l’utilizzo di metodologie per la programmazione e la realizzazione di trattamenti di carattere preventivo, riabilitativo e terapeutico attraverso il mediatore sonoro-musicale;

 Acquisire conoscenze psicologiche finalizzate all’osservazione dell’essere umano per comprendere comportamenti adattivi e disadattivi;

 Prendere coscienza delle caratteristiche della propria identità sonoro-musicale relativamente a dinamiche gruppali a contesti clinici. 

 

 

Joomla SEF URLs by Artio
طراحی سایتطراحی وب سایتسئوسئو سایتبهینه سازی سایتسرور مجازیوکیل دادگستریوکیل پایه یکوکیل پایه یک دادگستریوکیل دادگستریوکیل پایه یکوکیل پایه یک دادگستریبهترین وکیلوکالتوکیل دادگستریدوره mbaجک پالت

Il Musicoterapista oggi

Diventare musicoterapista oggi significa entrare in un ambito professionale ampio, dinamico ed in continua evoluzione, in cui le competenze musicali ed espressive del musicista e del fare musica in senso moderno vengono ad interagire con il mondo della sofferenza e del disagio psico-fisico.

Questo orientamento di studi necessità di grande umiltà, motivazione e consapevolezza delle proprie risorse umane ben al di là della sfera artistica ed estetica o di qualsiasi approccio didattico della musica.

Il musicoterapista, infatti, oggi in Italia opera nelle ULSS, nelle Scuole, negli Istituti di Riabilitazione, in collaborazione con psicologi, medici ed altre figure sanitarie; tratta casi di sofferenza psichica e fisica che vanno dalla Sindrome di Down ai deficit o difficoltà percettive, di espressione motoria, del linguaggio, emotive, fino alle alterazioni di personalità, all'autismo, al supporto per il risveglio dal coma. L’approccio musicoterapico può essere preventivo, di mantenimento o di sostegnoevolutivo, a seconda che il tipo di problematica abbia radici nel genetico, in lesioni pre e post natali, nell'organico e/o nello psichico.

 Nel corso dell’ultimo ventennio la Musicoterapia ha registrato una concentrazione sempre crescente di figure professionali provenienti dalle più svariate discipline scientifiche. Ciò richiede una regolamentazione e un inquadramento professionale del Musicoterapista, inteso quale figura professionale “emergente” e parallelamente della sua formazione specifica.

A tale fine risulta opportuno definire gli ambiti di intervento in un contesto che appare caratterizzato da iniziative multiformi. Le diverse esperienze maturate in ambito clinico negli ultimi vent’anni e i risultati della ricerca consentono di configurare la peculiarità scientifica e metodologica della Musicoterapia, nonché gli obbiettivi connessi a percorsi di formazione in tale ambito.

La Musicoterapia utilizza l’elemento sonoro-musicale all’interno della relazione utente-operatore per conseguire finalità preventiveriabilitative e terapeutiche attraverso l’uso di metodologie di lavoro diversificate per ambiti applicativi.